Romina Gobbo

La forza di una donna è la forza di tutte le donne del mondo

Per l’8 marzo posto un articolo di Romina Gobbo pubblicato nel numero speciale di oggi del Punto di Creazzo.

Ci sono tre momenti nell’anno, in cui si parla di donne, due “istituzionali” (8 marzo, Giornata internazionale della donna – 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne); e, dal 2013, c’è anche il 14 febbraio, la giornata tradizionalmente dedicata a san Valentino, è divenuta il simbolo di un amore vero, consapevole, senza violenza (V-Day), grazie all’iniziativa internazionale lanciata dalla scrittrice e attivista Eve Ensler: “One billion rising” (Un miliardo si solleva), un flash mob che ha portato uomini e donne di tutto il mondo a ballare contro la violenza. happyiwd2014Lo scorso anno il focus era la piazza, quest’anno i luoghi dove ci si deve rivolgere per ottenere giustizia: tribunali, stazioni di polizia, ambasciate, consolati, uffici governativi… Perché la questione dell’impunibilità è tutt’altro che risolta. Un grido collettivo per rompere il silenzio. Sepolte, negate, cancellate, alterate, minimizzate: le storie di abusi si scontrano spesso con l’omertà. Basta vergogna! Basta colpa! Basta dolore! Basta umiliazione! In 169 Paesi si è detto basta: in Perù (basta molestie sessuali), in Nigeria (basta matrimoni precoci), in Guatemala (basta discriminazioni), in Bangladesh (basta alle leggi maschiliste), ma anche ad Haiti, dove il terremoto ha impattato pesantemente sulla quotidianità, e nel Regno Unito, nelle Filippine, in Birmania, negli States.

La violenza è trasversale, accomuna tutte le donne del mondo, di tutte le età, scolarizzazione e livello sociale. (altro…)

Kiran Village, un’oasi di speranza in India

Un’articolo di Romina Gobbo, caposervizio de “La Voce dei Berici” di Vicenza, pubblicato nel numero di domenica 3 luglio 2011 a pagina 8. In fondo al POST il PDF. Francesco Maule

Il dottor Moreno Toldo racconta il Kiran Village di Varanasi in India.

Perché avere un futuro è un diritto di tutti

E’ una scelta radicale quella che ha portato, tre anni fa, il dottor Moreno Toldo,

Moreno Toldo durante una visita

neurologo dell’Ulss 5 OvestVicentino a trasferirsi in India, nell’Uttar Pradesh, al servizio dei piccoli della terra. Perché, anche se stiamo parlando della terza potenza mondiale, la parte più povera della popolazione continua a soffrire dei mali del passato. Così accade che la disabilità sia ancora stigmatizzata. E sono proprio i piccoli disabili gli ultimi della terra a cui si dedica il dottor Moreno, che ha “ereditato”, dalla fondatrice suor Judith Keller, il Kiran Village di Madhopur, di cui oggi è direttore medico: un raggio di speranza nelle vite, (a ray of hope into lives), ovvero un centro, alle porte di Varanasi (nota anche come Benares), immerso nel verde e nella tranquillità, “cullato” dal tremolio delle acque del Gange. Sono stata a Kiran per una visita breve, ma sufficiente per una piacevole “iniezione di serenità”.

(altro…)