chiesa metodista vicenza

Essere Chiesa insieme

ECUMENISMO. La chiesa evangelica metodista e valdese di Vicenza.

Il piccolo viaggio tra le comunità di tutte le confessioni cristiane presenti a Vicenza e provincia prosegue con la comunità evangelica metodista. Il pastore William Jourdan ci accoglie per una lunga conversazione nei locali adiacenti la storica chiesa di Contrà San Faustino. Subito inizia a raccontare: «Da un anno abbiamo come punto di riferimento per la nostra comunità una seconda sede, chiamata “Sala Wesley” e si trova in uno stabile di recente costruzione in via Divisione Acqui, nella zona tra il Villaggio del Sole e le Cattane». A partire dal nome della nuova sala Jourdan ci aiuta a ricostruire il percorso storico del metodismo: la grande famiglia metodista consta oggi di circa 70 milioni di membri in tutto il mondo ed è suddivisa nel metodismo cosiddetto wesleyano, che si richiama alla figura originaria del fondatore John Wesley ed ha una struttura più assembleare, e quello cosiddetto episcopale, che si caratterizza per la presenza di un vescovo, che sovrintende alla vita della chiesa (ha una struttura maggiormente verticistica). In Italia, dopo un percorso di alcuni anni, la chiesa metodista è riunita alla chiesa evangelica valdese nell’ “unione delle Chiese Metodiste e Valdesi in Italia. «Anche la Chiesa di Vicenza ha una sua storia: viene fondata infatti nel 1869 ed è una delle prime fondate in Italia dai missionari inglesi».

Anche la biografia dello stesso William dice molto della vicenda evangelica italiana. Italianissimo è nato e cresciuto nelle valli piemontesi dove la presenza valdese è radicata.

Il pastore William Jourdan (foto F.M.)

« Provengo originariamente dalla Chiesa di Luserna San Giovanni che conta 1500 membri comunicanti, ossia partecipanti attivi alla vita della comunità e alla cena eucaristica. (altro…)

Annunci

Uniti pregando il Padre Nostro

Esperienze di vita ecumenica

foto di Dino Meneguzzo

foto di Dino Meneguzzo

I processi di migrazione che vedono coinvolta Vicenza e la sua provincia portano ad un significativo risvolto anche ecumenico. Un esempio tangibile poteva essere colto durante la messa in rito orientale celebrata in cattedrale domenica 22 gennaio scorso, durante la settimana di preghiera per l’unità dei cristiani: al momento del canto del Padre Nostro, unita al celebrante e al coro, si è alzata dall’assemblea la voce di molte donne che conoscevano le parole in russo ecclesiastico. Donne dell’Europa dell’est che, inserite nella quotidianità vicentina del sostegno ad anziani e persone sole, hanno potuto respirare e pregare nello stile della liturgia dei loro paesi d’origine.

La presenza non cattolica più antica, a Vicenza, è però quella delle chiese della riforma. La Chiesa Evangelica Metodista, che ha sede in Contrà San Faustino n°10, risale al 1869, frutto del lavoro del pastore wesleyano, Henry J. Piggott, riconosciuto come il ‘padre del metodismo italiano’ e fondatore della chiesa metodista di Padova. Il primo pastore fu Alberigo Bossi ed i primi due membri registrati nella comunità furono i coniugi Antonio e Anna Sguario. Oggi, la comunità, in forte crescita anche per il sostegno spirituale ai migranti di origine ghanese, conta circa 130 membri confermati, più numerosi aderenti e simpatizzanti in tutta la provincia, con una chiesa recentemente costituita a Bassano del Grappa. Il compito di Pastori è attualmente ricoperto dai giovani coniugi Ulrike e William Jourdan.

La Chiesa Ortodossa invece è presente con tre comunità che fanno riferimento a tre patriarcati diversi. La Chiesa del Patriarcato Serbo Ortodosso si ritrova e celebra da gennaio 2011 presso la Chiesa della Misericordia, in Contrà della Misericordia, 16 a Vicenza. Padre Milivoje Topić è da anni la guida spirituale di questa chiesa, presente a Vicenza dal 1994. La Chiesa del Patriarcato Romeno Ortodosso ha sede a Bassano del Grappa presso laParrocchia della “Protezione della Madre di Dio”- Chiesa dell’Annunziata, in Via Museo. Il pope (sacerdote) è il giovane ma molto attivo Padre Cristian Manasturean. La Chiesa del Patriarcato di Mosca e Moldavia si ritrova e celebra invece presso laChiesa di S. Croce in Contrà Porta S. Croce 54 a Vicenza. È Padre Veniamin Onu, che segue anche una comunità a Fidenza, il responsabile di questa Chiesa.

«Il rapporto con queste chiese è ottimo e consolidato – afferma Mons. Giuseppe Dal Ferro, delegato diocesano per l’ecumenismo – è questo porta ad una forte comunione sia a livello pratico che spirituale».

 

Francesco Maule

“La Voce dei Berici” – domenica 26 febbraio 2012 – p. 10

Ecumenismo Vicenza 2012