Periferie cuore della missione

Ottobre missionario. Un mese dedicato alla missione ma che, per la Chiesa, è appello ad un impegno da vivere tutto l’anno

Il mese di ottobre è ricco di appuntamenti e ci offre l’occasione per riprendere il filo, con don Arrigo Grendele, direttore dell’ufficio diocesano, di molte questioni che emergono sul tema missionario. Don Arrigo non va lontano da quanto anche Papa Francesco continua a ripetere: è in gioco la capacità della Chiesa di ritrovare e riscoprire il senso per cui esiste, che è essere missionaria. La Chiesa esiste per testimoniare il Vangelo a tutti, soprattutto ai più poveri, ai più deboli, agli emarginati, anche nella Chiesa. Layout 1Don Arrigo, con una opportuna fermezza, ci fa capire come questa sia una questione seria, di come non sia più sufficiente battere le mani al Papa, ma sia il momento di prendere sul serio e mettere in pratica quanto dice. L’invito e le proposte per il mese missionario vanno proprio in questa direzione, dove anche la pastorale e l’animazione missionaria vanno rivisti, cercando di superare stili e modalità che erano adatti ad un contesto ormai superato. Don Arrigo ci spiega come questo sia stato anche il punto di partenza del Convegno missionario che si è tenuto sabato 20 settembre. Prima di tutto creare l’occasione perché i vari gruppi missionari, presenti in tutte le parrocchie della diocesi, abbiano la possibilità di incontrarsi ed entrare in relazione. L’altro obiettivo, dove Don Amedeo Cristino, direttore del CUM, ha portato un contributo denso e incisivo, è aiutare le comunità e le parrocchie a convertire tutta la pastorale alla dimensione missionaria, che è ben altro, specifica don Arrigo, dal limitarsi alle pur necessarie raccolte di fondi e beni da inviare nei continenti più poveri. Il rischio – don Arrigo fa eco alle parole di don Amedeo – è quello che nelle nostre comunità non cambi nulla, che ci si metta il cuore in pace con la rinuncia di una piccola parte superflua. Nelle nostre comunità, e nei percorsi spirituali personali, occorre forse invece riscoprire il “dare tutto”, anche se poco, della vedova al tempio, come ci ricorda Gesù. L’importanza dei gruppi missionari nelle parrocchie è proprio questa, ed è ancor più fondamentale oggi che trent’anni fa, ci evidenzia ancora don Grendele. La vicinanza dei gruppi missionari alle “periferie esistenziali” danno l’opportunità di far capire alle comunità cristiane che il mondo e la società italiana sono cambiati profondamente. Tutta la Chiesa, se non vuole condannarsi, deve essere profetica: non basta un Papa, non basta un Vescovo, non basta un gruppo missionario. É la scelta comune dei poveri e dei deboli che danno alla Chiesa il suo senso di esistere. Gli appuntamenti per il mese missionario iniziano il 7 ottobre, a San Pietro di Montecchio Maggiore, con la Santa messa di trigesimo della morte in Burundi di Suor Olga Raschietti. L’11 ottobre già nel pomeriggio è programmato l’incontro con i più di 100 giovani che la scorsa estate hanno svolto una, seppur breve, esperienza missionaria. Alla sera invece, alle 20.30 in cattedrale, si terrà la Veglia missionaria. Da ricordare anche il seminario di studio del 10 ottobre al 60esimo dalla morte di padre Uccelli. Il 25 l’ufficio diocesano organizza un pellegrinaggio mariano che quest’anno sarà al Santuario della Madonna di Monte Castello a Limone del Garda. Il 19 ottobre si celebrerà in tutte le parrocchie la giornata missionaria.

Francesco Maule

La Voce dei Berici | domenica 28 settembre 2014 | pagina 6

http://lavocedeiberici.ita.newsmemory.com/

—–

Mese missionario. La Veglia di apertura

La Veglia diocesana di preghiera per l’avvio del mese Missionario e con il mandato ai missionari, sarà celebrata nella Chiesa Cattedrale di Vicenza, sabato 11 ottobre 2014 alle ore 20.30.
“Nella Veglia – ci dice don Arrigo Grendele, direttore dell’ufficio missionario – attorno al Vescovo Beniamino Pizziol, e ai missionari della nostra diocesi che partono o che ripartono, pregheremo per tutta la nostra Chiesa diocesana perché ravvivi in sé la consapevolezza del mandato missionario ricevuto da Gesù”.

Tra i missionari che saluteremo e ai quali il Vescovo rinnoverà il “mandato”, ci saranno anche due preti diocesani, don Francesco Cunial e don Enrico Lovato, chiamati a servire temporaneamente altre Chiese, rispettivamente in Thailandia e in Brasile. Sarà ancora un’occasione per “ravvivare il desiderio e il dovere morale della partecipazione gioiosa alla missione ‘ad gentes’”.

È proprio uno dei due presbiteri della diocesi in partenza, don Francesco Cunial, a raccontarci come “la disponibilità a ripartire per la missione sia nata in modo spontaneo, dopo un’esperienza in Camerun di più di 10 anni fa. Parto ora senza nessuna aspettativa particolare, anche se il contesto culturale e religioso prevalentemente buddista della Thailandia mi affascina. Con pazienza e ascolto desidero incrociare la vita ordinaria delle persone e comunità di quel paese per testimoniare e annunciare loro il Vangelo. Camminando si apre il cammino”. Don Francesco ci spiega ancora come il dialogo, anche quello interreligioso, fa sempre parte della missione e in alcuni contesti resta l’unico segno della missione. Ma sappiamo – ci dice don Francesco – che il dialogo sicuramente apre la via alla conoscenza e alla condivisione”.

Don Arrigo Grendele ci evidenzia che durante la Veglia “pregheremo per tutti i missionari, affinché siano pungolo efficace nelle nostre comunità cristiane in vista di una risposta sempre più adeguata alla nostra vocazione, affidando al Signore il loro servizio; pregheremo in particolare per quanti nella Chiesa, ancora oggi, sono perseguitati a causa della loro fede. Ricorderemo sicuramente anche le tre missionarie saveriane, sr Olga Raschietti, sr Lucia Pulici e sr Bernardetta Boggian, uccise in Burundi lo scorso 7 settembre”. Don Arrigo ricorda infine che “il mese missionario di ottobre intende educarci alla solidarietà spirituale, condividendo le fatiche attraverso momenti di preghiera quotidiana, da vivere personalmente, in famiglia e nella comunità parrocchiale”.

Francesco Maule

La Voce dei Berici | domenica 5 ottobre 2014 | pagina 9

http://lavocedeiberici.ita.newsmemory.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...