OLTRE LA CRISI LA SPERANZA

10° Incontro interreligioso

Il messaggio delle religioni

Domenica 30 marzo prossimo, presso il palazzetto dello sport di Vicenza, dalle 15.30 in poi, si terrà il decimo incontro interreligioso. Le religioni musulmana, cristiana, sikh, hindù, ravidassia – religioni maggiormente presenti nel nostro territorio – presenteranno il tema: “Oltre la crisi, la Speranza” con testimonianze, scene, danze, canti. Durante l’evento saranno offerti thé e dolci da ogni parte del mondo, con la collaborazione della cooperativa Unicomondo. Agostino Pilati che è l’anima dell’organizzazione che coinvolge il comune di Vicenza e il centro ecumenico Eugenio IV ci invita a capire come questo evento sia importante per favorire la conoscenza della nuova realtà sociale che ci circonda. L’esperienza dei nove incontri precedenti assicura che l’evento sarà interessante, significativo, suggestivo. A5_0Isabella Sala, Assessore alla Comunità e alle Famiglie del Comune di Vicenza, evidenzia come dieci incontri, dieci anni hanno un significato importante; sono il segno che questa è una iniziativa che ha un senso profondo, un momento stabile nella vita della città di Vicenza. Il tema, invece, sempre diverso, ogni anno segue l’evolvere della società. E quest’anno l’attenzione è posta sulla crisi, non come elemento statico ma come occasione di andare “oltre”, cercando gli aspetti positivi, approfondendo il contributo che le religioni portano nell’affrontare i tanti e tragici momenti della Storia. Don Giuseppe Dal Ferro, presidente del Centro Ecumenico Eugenio IV di Vicenza, sottolinea invece come gli uomini del nostro tempo hanno bisogno di “speranza”. La crisi economica, che si trascina da anni, è diventata per molti perdita di lavoro, insicurezza per il futuro, povertà di vita. Alla crisi economica si accompagnano molte altre crisi: di valori, di fede, di solidarietà. Le religioni nell’incontrarsi vogliono affermare che la crisi può anche aprire nuovi orizzonti, nei quali prevale l’uomo sul denaro, lo spirituale sul materiale, la solidarietà sulla chiusura egoistica. La manifestazione che si rinnova da dieci anni, si propone di essere una testimonianza comune di una speranza che ha radice in Dio e che si realizza a partire dalla conversione dei cuori. Durante l’incontro le diverse confessioni presenterranno testimonianze e riflessioni su alcuni temi cruciali della crisi: sulla crisi economica la comunità sikh racconterà della loro condivisione del cibo, sulla crisi religiosa ci sarà la proposta di fede dei giovani musulmani, sulla crisi del rispetto dei diritti umani la religione ravidassia tratterà del loro annuncio di speranza, mentre sulle calamità naturali verrà descritto l’impegno dei cristiani, infine sulla crisi della natalità ci sarà la testimonianza sulla speranza e la fiducia nell’aiuto divino nella religione hindù. Il tutto come sempre intervallato da canti e danzi di ogni tradizione religiosa.

Francesco Maule

“La Voce dei Berici” | Domenica 30 marzo 2014 | pag. 7

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...