l’ombra del cannibale

Recensione al libro “L’ombra del cannibale” di Marco Ballestracci

Ci sono libri di sport, di campioni, di vittorie, di sconfitte e libri di vita, di sofferenze, di gioie, di narrazioni epiche o quotidiane. A volte questi due mondi si incrociano e quando le parole trovano il giusto equilibrio l’immaginario si dilata, esplode. Forse, per alcuni tipi di lettori, l’idea di leggere un libro con protagonista un campione di ciclismo, Eddy Merckx, diventa improbabile, così come per alcuni appassonati di ciclismo non risulta scontato imbattersi nella lettura di un romanzo appassionante che ti trasporta laddovè solo la letteratura riesce a condurti.

Ballestracci, con questo romanzo, resta apparentemente più attaccato alla vicenda ciclistica del campione belga rispetto al precedente “Imerio”, dedicato al ciclista vicentino Imerio Massignan, ma con forti riferimenti alle vicende degli emigranti italiani, in Svizzera e Francia, del dopoguerra. Dicevamo apparentemente perchè dentro la vicenda sportiva e storica di Merckx e dei campioni che hanno corso insieme a lui tra il 1969 e il 1974, Ballestracci disegna uno scenario di vicende umane che intessono una trama fitta e ben composta tra sport e vita, tra agonismo e affetti. Il tutto dipanato verso un finale che dice molto dei cambiamenti avvenuti nel mondo del ciclismo attuale, ma che regala un’icona di un campione che dallo sport ha carpito il senso profondo della vita, rendendolo così, forse, immortale. Il Merckx di Ballestracci ha raggiunto la saggezza che riconosce tutta la parzialità dei successi agonistici, se questi portano a inaridire cuori e menti. La scrittura semplice ma mai scialba di Ballestracci è vento che sospinge una storia che l’autore consegna al lettore come offerta sacra intrisa di devozione per la letteratura, la bicicletta, il ciclismo, i suoi campioni e la loro, come la nostra, ambigua umanità.

Francesco Maule

Marco Ballestracci, L’ombra del cannibale, Instar Libri, Torino 2013.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...