Mese: novembre 2012

La Chiesa ortodossa moldava di Vicenza

La chiesa ortodossa a Vicenza è presente dal 2005 anche con la comunità moldava. Il responsabile è l’arciprete Mitrofor Veniamin Onu

Arciprete Mitrofor Veniamin Onu, Parocco della chiesa ortodossa «S.Nicola» a Vicenza, Italia

che, anche se impegnato in una intensa attività pastorale, ci ha dedicato del tempo per raccontarci la storia e la vita della sua comunità. «Sono il primo sacerdote moldavo, mandato il Italia nel 2003 dal Metropolita Vladimir di Chisinau e di tutta la Moldavia. La prima parrocchia nata è stata a Fidenza in provincia di Parma. Dal 2005, con l’aiuto dell’allora vescovo Mons. Nosiglia e di Mons. Dal Ferro abbiamo avuto l’opportunità di avviare una parrocchia a Vicenza. Nei primi anni siamo stati ospitati dalla parrocchia cattolica di Santa Maria Ausiliatrice a Saviabona di Vicenza». Chiediamo a padre Onu di spiegarci come è cresciuta la comunità ortodossa moldava nel vicentino: «Nei primi tempi c’erano pochi fedeli a seguire le liturgie ma i numeri sono andati velocemente crescendo; in due anni gli spazi non erano più adatti. Ecco quindi che sempre con l’aiuto dei responsabili della diocesi cattolica è stato necessario individuare un’altra collocazione. È stato così che dal 2007 ci è stata data in uso una chiesa della diocesi che fu delle suore cannossiane a Porta Santa Croce. È lì che ha sede la nostra parrocchia di “San Nicola” dove vengono celebrate le liturgie domenicali e delle più importanti festività religiose ma anche dove creiamo opportunità di incontro e fraternità». Padre Onu descrive ancora con molta passione le varie attività pastorali per la comunità moldava: «Ogni domenica si ritrovano circa cento fedeli provenienti dalla città e dalla provincia di Vicenza, ma per le festività come il Santo Natale e la Santa Pasqua vengono anche mille persone. Il nostro impegno costante è per la confessione e per le preghiere per i defunti. Ogni quindici giorni, inoltre, dopo la liturgia si prosegue la festa pranzando insieme. Occorre poi spiegare che una buona parte di persone che frequentano la nostra Chiesa sono quelle donne che lavorano nelle famiglie italiane per l’assistenza di persone deboli e anziane. (altro…)

Annunci

#bastamortinstrada

.

A Vicenza il ritrovo è alle 18.30 in piazza dei Signori.

Il comunicato di TuttinBici Vicenza – FIAB:

“BASTA CON LE STRAGI DI CICLISTI!

L’assassinio di A.T., giovane di 17 anni, uccisa mentre pedalava insieme agli amici scout, domenica scorsa ha scosso la coscienza di molte persone. Un uomo è stato ucciso da un furgone alla rotatoria di Torri di Quartesolo (Vicenza) il 5 novembre scorso e un altro incidente mortale è avvenuto a San Giuliano Terme vicino a un passaggio a livello. La vittima un uomo di 84 anni, travolto da un Tir mentre era in sella alla sua bici.

Venerdì 16 novembre il movimento #Salvaiciclisti, al quale FIAB aderisce, ha promosso una manifestazione nelle piazze di tutta Italia per rompere il silenzio, per chiedere che le politiche per la prevenzione siano attuate oggi e non attraverso roboanti proclami vuoti di significato.
Invito i soci Tuttinbici e tutti coloro che hanno a cuore la propria sicurezza a scendere in piazza anche a Vicenza!
Ci troveremo venerdì 16 alle 18:30 in Piazza dei Signori, facciamo sentire la nostra voce”.

Monika Bulaj: La luce nascosta dell’Afghanistan

 

La fotografa Monika Bulaj condivide intime e potenti immagini dell’Afghanistan — di vita domestica, di rituali, di uomini e donne. Dietro i titoloni, il mondo cosa sa esattamente di questo luogo?

Monika Bulaj’s stunning, painting-like photographs blur religious and cultural divisions, exploding stereotypes.

Translated into Italian by Anna Cristiana Minoli
Reviewed by Elena Montrasio

link originale su TED qui